mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.tel Numero Verde gratuito 800404000     WhatsApp   WhatsApp
tel Roma +390690289660   tel Milano +390245074837   tel Genova +390108935089   tel Palermo +390917481654

Andare in Russia, informazioni pratiche

Documenti necessari

Per entrare in territorio russo è necessario ottenere un visto d΄ingresso, il quale deve essere richiesto presso un locale Consolato Russo (per maggiori informazioni, visitare le sezioni Visto Turistico Russia e Visto Business Russia. Per soggiorni superiori ai 7 giorni è necessario effettuare la registrazione del visto (per maggiori informazioni consultare la sezione registrazione visto). Oltre al visto, è necessaria una copertura assicurativa, per tutta la durata del soggiorno. Durante il soggiorno in Russia è consigliabile tenere sempre il passaporto e la registrazione con se, in quanto possono essere richiesti in qualsiasi momento dalla polizia locale. Il taglioando della registrazione viene poi ritirato in dogana all'uscita, inseritelo all'interno del passaporto.

Norme doganali

Ogni viaggiatore in ingresso può importare valuta straniera fino a 3000$ senza obbligo di compilare la dichiarazione di dogana. Per somme da 3.000$ a 10.000$ è necessario compilare la dichiarazione di dogana, ma non sono soggette a tassazione. Somme superiori a 10.000$ vanno dichiarate e sono soggette a tassazione. All΄uscita dal territorio russo il cittadino straniero non è obbligato a mostrare alcuna dichiarazione di dogana per esportazione di somme fino a 3.000$, da 3.000$ a 10.000$ è necessario presentare la dichirazione di dogana vidimata all΄ingresso in Russia più una seconda copia con il quantitativo di valuta esportato. Somme superiori a 10.000$ non possono essere esportate in contanti. Il turista non è tenuto a dichiarare apparecchi fotografici, videocamere, notebooks, PC, telefoni cellulari, ed apparecchiatura di questo tipo. Non vanno dichiarati neanche vestiti, oggetti personali, attrezzatura sportiva, gioielli privati, ed articoli da bagno. Il peso complessivo del bagaglio non deve essere comunque superiore ai 50 kg per persona. In ingresso possono essere importati fino a 2 litri di alcoolici, e fino a 200 sigarette o 100 sigari. Gli stessi limiti sono previsti in uscita.

Valuta e tasso di cambio

La valuta ufficiale russa è il Rublo. Non è molto facile acquistare dei rubli al di fuori dal territorio russo, perchè pochi punti di cambio commerciano questa valuta, e se lo fanno i tassi di cambio non sono dei migliori (soprattutto in fase di riacquisto). È quindi opportuno portare con se Euro o Dollari, e cambiarli in territorio russo. Non è necessario cambiare gli Euro in Dollari, in quanto il tasso di cambio è attualmente più favorevole per la moneta unica europea. Le carte bancomat dei maggiori circuiti, funzionano almeno nelle maggiori città russe, e potrete ritirare l΄importo direttamente in Rubli. Alcuni negozi e ristoranti accettano pagamenti tramite carta di credito, non da per tutto pero`, è quindi sempre consigliabile avere con se dei contanti. In Russia e` necessario pagare in rubli, presso qualsiasi negozio o ristorante. Gli euro o i dollari possono essere cambiati presso le locali banche oppure presso i numerosi punti di cambio. Sconsigliamo gli hotel, per i bassi tassi di cambio, e i cambi in nero, che possono comportare dei rischi. Sconsigliamo inoltre di portare con se valute differenti dagli euro e dai dollari.

Temperature

San Pietroburgo è caratterizzata da un clima e da temperature molto variabili, simili ai vicini paesi Scandinavi. In inverno, la temperatura può scendere di parecchi gradi sotto lo zero, ma mediamente le temperature si attestano intorno ai meno otto gradi, con punte attorno ai meno quindici. Il clima è però abbastanza secco, meno dieci gradi a San Pietroburgo non sono lontanamente paragonabili con meno dieci gradi a Roma, ad esempio. Spesso nel periodo di Capodanno le temperature sono state attorno allo zero, per intenderci può far più freddo a Torino o Milano, quindi non pensate di rinunciare al viaggio per paura di temperature polari, non ne vale veramente la pena! Certo c΄è la concreta possibilità ci incontrare in inverno temperature sotto lo zero, ma l΄ambiente è comunque caldo, tra un bicchierino di vodka ed una risata passa tutto, non fatevi spaventare! L΄atmosfera invernale poi è del tutto particolare, le strade innevate contribuiscono ad incrementare il fascino della città. La primavera inizia ufficialmente a fine Marzo, ma a volte per superare gli zero gradi si deve attendere inizio Maggio. Il freddo vero dura fino alla fine di Febbraio, a Marzo ed Aprile si registra un incremento delle temperature, anche se a volte Marzo e' caratterizzato da abbondanti nevicate e temperature sottozero. L'estate si comincia ad intravedere verso metà Maggio, e ci possono essere sbalzi di temperatura di 20 gradi nel giro di uno-due giorni. Capita (anche se raramente) che ad inizio Maggio ancora ci sia la neve, e che a fine Maggio si possa girare in maglietta, con temperature di 20-25 gradi. A Giugno il clima è più stabile, attorno ai 20 gradi, сon giornate per lo piu` serene, alternate da qualche pioggia. Giugno e Luglio sono caratterizzati dal fenomeno delle notti bianche , quando la città è illuminata praticamente per 22 ore, con il sole che sorge tra le 3 e le 4 di notte, e tramonta sotanto dopo mezzanotte. La vera e propria estate arriva a metà Luglio, quando si possono registrare temperature anche superiori ai 30 gradi per qualche giorno. La temperatura media si mantiene comunque tra i 20 ed i 25 gradi. Verso fine Agosto, inizio Settembre, il termometro scende verso temperature più basse, attorno ai 15 gradi. Ad inizio Ottobre si possono registrare le prime nevicate, e si torna al lungo inverno russo! Contrariamente all΄estate, in inverno è molto difficile ammirare il sole, che verso fine Dicembre è presente solo qualche ora.
Le temperature di Mosca sono simili a quelle di San Pietroburgo, mentre nel sud della Russia (regione di Krasnodar) sono molto piu` calde e simili a quelle italiane. Nella parte est del paese invece, in Siberia, le temperature sono notoriamente piu` basse, e possono toccare picchi inferiori ai -50 gradi in inverno.

Cosa portare nella valigia

In inverno, con temperature che possono scendere sotto lo zero, è opportuno portare con se un pesante cappotto e robuste scarpe da neve, in considerazione del fatto che le strade sono ghiacciate e scivolose. Ovviamente anche cappello, sciarpa e guanti ben consistenti sono necessari. Durante l΄estate, anche se le temperature medie sono attorno ai 20 gradi, è sempre opportuno portare con se un giubbotto e delle scarpe da pioggia, in quanto improvvisi cambiamenti di temeratura e di condizioni metereologiche sono all΄ordine del giorno. Non è da escludere che nell΄arco di una settimana si incontrino temperature superiori ai 30 gradi, ed inferiori ai 15. Nei presi del fiume Neva e dei suoi affluenti, come in qualsiasi posto in vicinanza di fiumi o laghi, ci sono molte zanzare, è quindi opportuno portare con se opportune contromisure. Al momento comunque qui non girano le famigerate "zanzare tigre", e, visto il clima, si incontrano soltanto nei mesi estivi.

Informazioni Russia

Sicurezza

Se siete in un ristorante o in un caffe, non lasciate il vostro portafogli o oggetti personali nel giubbotto, specialmente se lo avete messo sulla sedia alle vostre spalle. Allo stesso tempo non lasciate videocamere, telefoni cellulari o macchine fotografiche sul tavolo allontanandovi da esso anche solo per un momento. Sul bus o sulla metro state attenti ai borseggiatori. Non mettete il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni, e tenete sempre sotto controllo le vostre borse. Prestate particolare attenzione al momento in cui si chiudono le porte della metro, in quanto il particolare avviso immediatamente antededente alla chiusura può facilitare i borseggiatori. Evitate di fare sfoggio di gioielli, orologi o oggetti preziosi, ed evitate vie e quartieri isolati. In ogni caso, San Pietroburgo o Mosca non sono da considerare più pericolose di Roma, Londra o delle altre maggiori città europee. Come dappertutto si deve fare attenzione, ma niente fuori dalla norma.

Metro e trasporti pubblici

La Metropolitana di San Pietroburgo è molto efficiente. Quattro linee che ben collegano tutti i punti principali della città e tempi di attesa medi inferiori a 2 minuti. Molte fermate della metro sono tra l΄altro molto belle, specialmente quelle della linea uno. Il costo di un gettone, per una tratta, è pari a 31 rubli (40/50 centesimi), ma si possono acquistare carte magnetiche con 10/50 viaggi (risparmiando sul prezzo per corsa). Si consiglia sulle scale mobili di tenersi sempre sulla destra, in quanto la corsia di sinistra è per chi va di fretta. Quando si aprono le porte, tenersi ai lati, e quando tutti i passeggeri sono usciti entrare con una certa solerzia nel vagone, se non si vuole essere travolti. Non appoggiarsi alle porte durante il persorso. E` proibito fare fotografie all΄interno delle stazioni metro. Alle fermate dei bus e dei filobus è possibile notare che le persone attendono i mezzi in fila indiana. Particolarità russa sono le Marshutke, i taxi collettivi che fanno dei percorsi predeterminati, con fermate su richiesta. Oltre ai taxi ufficiali, è poi possibile fermare delle macchine private, che per somme variabili tra i 100 ed i 500 rubli, a seconda della distanza, sono disposte a trasportare clienti.

Telefonare all΄estero

Altamente sconsigliabile utilizzare il cellulare con il roaming italiano, si rischiano bollette superiori al costo dell΄intera vacanza. La soluzione migliore è rappresentata dalle carte internazionali (ad esempio zebra telecom), che permettono di telefonare da una postazione fissa utilizzando un codice d΄accesso, oppure una volta effettuata la registrazione, acquistare una SIM card di un operatore locale. Per telefonare in Italia, da fisso o cellulare, va composto il prefisso 8-10-39 seguito dal numero telefonico. Qualsiasi chiamata interurbana deve essere preceduta da 8, internazionale da 8-10, con a seguire codice della nazione senza lo zero, e codice della città.

Stile di vita

La qualità della vita dei giovani a Mosca ed a San Pietroburgo, è ormai paragonabile agli standard occidentali. Ragazzi e ragazze vestono alla moda, hanno quasi sempre l΄ultimo modello di telefonino, e possono permettersi, oramai anche più spesso degli italiani, locali, ristoranti, club e vacanze. Gli stipendi medi sono più alti di quelli dichiarati ufficialmente, e come potere d΄acquisto possono considerarsi a volte superiori rispetto a quelli di molti paesi europei, soprattutto dopo l΄avvento dell΄euro. Ovviamente non è tutto rose e fiori, ed il salto generazionale è evidente. La maggiorparte dei pensionati se la passa male, ed alcune famiglie vivono ancora nei quartieri comunali, con bagni in comune con altre persone. Anche parecchi ultracinquantenni hanno subito passivamente il passaggio dal regime sovietico alla nuova Russia, dopo le perdite economiche subite in seguito alla crisi del 1998. Le prospettive di una crescita stabile comunque ci sono, e quando gli attuali trentenni saranno in età pensionabile, allora il tenore di vita sarà buono per tutti. Spesso chi è stato a San Pietroburgo qualche anno fa stenta a credere all΄attuale tenore di vita, ma considerate che qui la situazione cambia radicalmente di mese in mese, aprono locali su locali, nuovi negozi e centri commerciali, vengono ristrutturate in continuazione strade, parchi, e viali, e la città diventa sempre più bella e vivibile.

Costo della vita

Se prendiamo in considerazione i beni primari (pane, latte, ma anche costo degli immobili, elettricità, dei trasporti...) allora se rapportati con l΄Italia, i costi sono mediamente di gran lunga inferiori. Le telefonate urbane sono gratuite per qualsiasi abbonato, l΄acqua calda è corrente e illimitata nella maggiorparte degli stabili, ed i costi per condominio, gas e luce tutto insieme raramente superano i 30 Euro mensili in totale. Ristoranti e locali hanno gli stessi costi italiani, così come un biglietto d΄ingresso al cinema, mentre musei e teatri costano meno. Invece che andare al ristorante si può mangiare lo stesso bene in caffè o bistrò spendendo però molto meno, raramente più di 10 Euro a persona per un pasto completo. Gli alcoolici costano molto meno, ad eccezione del vino italiano che fino ad un paio di anni fa aveva prezzi esorbitanti (adesso sono scesi, ma i costi sono ancora almeno il doppio di quelli italiani), e di alcuni liquori d΄importazione (ad esempio la grappa). Altri beni alimentari che hanno prezzi alle stelle sono ad esempio gli insaccati ed i formaggi di importazione. Anche i capi d΄abbigliamento di importazione costano di più, superfluo dire che il made in Italy meglio comprarlo in Italia... I prezzi per i cosmetici di importazione o per elettrodomestici e tecnica in generale sono invece tendenzialmente più bassi. Per i fumatori qui è il paradiso, visto che un pacchetto di sigarette viene a costare molto meno che in Italia. Anche i bevitori di birra se la passano bene. Libri, videocassette, CD e DVD hanno prezzi di gran lunga inferiori a quelli italiani, ma sono spesso di fabbricazione pirata...

Tradizioni e superstizioni

Entrando in un appartamento in Russia, è d΄obbligo togliersi le scarpe, e indossare i "Tapachki" (pantofole). Se si va a trovare qualcuno, è buona usanza portare con se un piccolo regalo: dei fiori, dei cioccalatini, una bottiglia di vino... Relativamente ai fiori, al contrario dell΄Italia, i crisantemi non sono considerati negativamente. È opportuno invece regalare sempre un numero di fiori dispari; anche con le rose, le dozzine qui non si usano. Se dimenticate qualcosa in casa, e tornate indietro a prenderla, ricordatevi di guardarvi allo specchio e sorridere, altrimenti la giornata potrebbe essere non delle migliori. Se siete in partenza, soprattutto se in aereo, prima di uscire di casa sedete per qualche istante sulla valigia. In Italia per evitare la cattive sorte, si usa fare le corna o mettere le mani da qualche parte... in Russia si bussa sul tavolo o sul muro 3 volte, mimando di sputare a sinistra per lo stesso numero di volte. Evitare di fischiare, soprattutto se a casa d΄altri, i soldi non arriverranno. Al contrario, se non riconoscete qualcuno per telefono, significa che ha fatto i soldi... Se vi versano della vodka nel bicchiere, non tenetelo in mano, ma lasciatelo poggiato sul tavolo. La brocca o l΄ampolla che contiene alcoolici, non deve essere scheggiata. Qui si usano fare i "tost", celebrando ogni brindisi con un motivo. Si beve sempre prima di tutto na sdarovie (alla salute), ma anche na sciaste (felicità), lubov (amore), uspeh (successo), e perchè no, con l΄augurio di fare mnogo deneg (molti soldi). Qui gli auguri non sono semplici del tipo "buon natale", "buon compleanno", ma è d΄obbligo augurare al festeggiato sdorovie, sciaste, uspeh i liubov!

Souvenirs russi

La Russia è grande, e` composta di varie regioni e popoli, ognuno con le sue vecchie tradizioni. Sarete meravigliati dalla grande varietà di oggetti e dalle numerose scatolette dipinte, bambole di legno (matrioske), oggetti d’ambra, uove smaltate, e vari oggetti dell’artigianato russo che vi faranno vedere nei vari negozi di souvenirs di Mosca e San Pietroburgo. I migliori souvenir sono fatti a mano, ed i più preziosi hanno perfino la firma del maestro che l’ha fatta.

  • Matrioska - Considerata il simbolo della Russia, e` il souvenir russo per eccellenza. Per i pochi che non le conoscessero, trattasi di bambole di legno, che entrano l’una nell’altra, fino ad arrivare all’ultima piccollissima. Una leggenda narra che alla fine del 800 da Parigi o dalla`isola Honsù qualcuno portò nella Russia una piccola bambola giapponese con una sorpresa dentro – un altra bambola che ne conteneva 3 piu piccole. In tutto ce n’erano 5. Questo regalo ispiro` i maestri russi nella creazione delle Matrioske. La bambola giapponese pervenne alla famiglia del celebre mecenata russo Mamontov, che in seguito diede inizio alla produzione delle Matrioske di legno a Mosca nel 1898. Il nome Matrioska proviene da Matrena - antico nome delle ragazze contadine. Ma secondo un altra versione, la vera patria della “Matreshka” nel 16-mo secolo e` stata Serghiev Posad – lnei pressi di Mosca - la cosidetta capitale dei giochi russi, centro artistico e culturale. Esistono matrioske di 3,5,7,10……..persino 50 pezzi e piu. La versione classica e` vestita con il tipico abito russo con lo scialle ed il grembiule. Ma ci sono anche versioni moderne con le sembianze di presidenti, musicisti, persone d’epoca.
  • Scatole laccate - Non si può imaginare la Russia senza le sue scatolette laccate, le cosidette “miniature” di carta pesta. La loro produzione risale al tempo della creazione delle antiche icone russe e ha una grande storia. Le scuole dove ebbe inizio questa vera e propria arte si trovano nei pressi di Mosca e nel territoria della Russia centrale (Vladimir). Le scuole “Palech” e “Fedoskino” furono le principali nella produzione delle scatole laccate, ed imposero i loro diversi modi di decorazione. La particolarità di Palech è lo sfondo nero del disegno e la pittura delicatamente dettagliata in oro. Per i loro disegni prendono ispirazione dalle favole russe, oppure raffigurano animali e piante. Sulle scatole si può anche vedere San Pietroburgo. Le scatolette della scuola di Fedoskino sono completamente diverse. Sulla loro superficie si ripetono varie opera dei pittori russi - ritratti, paesaggi. Nella loro decorazione si usano anche piastrelle di madre perla edl argento. Le scatolette di buona qualita sono sempre piu cari. Per questo se vi offrono una scatola che costa meno di 50 dollari probabilmente è di legno, e non di carta pesta. La carta pesta e` piu cara perche è piu resistente del legno, il quale potrebbe essere danneggiato se esposto sotto il sole, o all`acqua. Il segno della qualità si verifica osservando il marchio del produttore della scatola dipinto sotto di essa ed il certificato d’origine russa che si da insieme col prodotto.
  • Gioielli d'Ambra - San Pietroburgo è l’unica città della Russia europea nella si può trovare ambra di tutti i tipi – da quella chiara a quella marrone, bianca o trasparente. L’ambra è la resina degli alberi di pino ritrovata nel mare dopo tanti secoli (l’ambra galleggia sopra l’aqua). La nostra ambra proviene dal Mare Baltico, dalla città di Kaliningrado. Ogni giorno le onde portano a riva tantissimi pezzettini d’ambra che vengono raccolti dalla gente sopra la sabbia. L’ambra è una pietra minerale, però è morbida e tiepida, quindi è facile da lavorare. Esistono tanti tipi di ambra: ambra color latte, giallo, bordo`, marrone, rosso. Si apprezza molto l’ambra trasparente, pulita dai residui dei minerali e della sabbia. L’ambra aiuta a normalizzare la pressione sanguigna e rinforza i muscoili del corpo. Si sa che è un materiale anticancerogeno. Forse per questo la zarina russa ha ordinato di costruire lo Studio d’Ambra rivestito solo di questo materiale prezioso che tutt’ora si può ammirare nella residenza estiva degli imperatori russi – a Zarskoye Selo’.
  • Khokhloma - Antico artigianato russo che decora oggetti di legno – piatti, cucciaii, vassoi - con dipinto dorato. Per la loro produzione si usa legno morbido, tipo il tiglio, molto resistente e leggero. Nel sedicesimo secolo solo i seguaci della corrente del settarismo religioso russo (staroobriadnicestvo) erano a conoscenza del segreto della doratura di legno. Nel corso degli anni si e` giunti da una tecnica di pittura dorata senza uso dell’oro. Tutti gli ogetti sono ricoperti con lo smalto e resistenti all’aqua. Sono tutti oggetti utilizzabili nella vita quotidiana.
  • Colbacco - I famosi colbacchi militari di montone, eleganti di volpe, visone, castoro...Si sa che la temperatura a queste latitudini scende di parecchi gradi sotto lo zero. E per questo e’ bene attrezzarsi acquistando un colbacco, famoso copricapo tipico russo. Ne esistono vari modelli, da quelli da donna, molto eleganti, a quelli da uomo, a quelli militari. Sono fatti con vari tipi di pelliccia, dall’ermellino, alla volpe, al coniglio etc. Non si puo’ lasciare la Russia senza comprare un colbacco!
  • Beresta - Trattasi di corteccia di betulla, usata nella Russia antica per la produzione di vari utensili per la casa. Nelle scatole e nei ricipienti di beresta la gente custodiva generi alimentari: pane, sale, burro, ma anche miele e latte. Per le sue proprietà battericide e` in grado di conservare a lungo gli alimenti. Dicono che la beresta fa calmare la gente. Tenendo un oggetto di beresta nelle vostre mani, vi tranquillizzerete. I fermaglie ed i pettini di corteccia di betulla tuttora si usano per far passare il mal di testa. Si dice poi che nelle scatolette di beresta i soldi si moltiplichino :)

Lingua russa

In Russia risiedono varie maggioranze etniche, ciononostante la lingua è univoca e non sono presenti forti inflessioni dialettali. Il russo deriva dalle lingue di ceppo slavo, ed è stata la lingua ufficiale dell΄Unione Sovietica. Circa 150 milioni di persone l΄adottano come lingua madre. L΄alfabeto utilizzato è il cirillico, ideato da Cirillo (827-869) e Metodio (~815-885) di Costantinopoli. Nei secoli l΄alfabeto russo ha subito dei ritocchi. Da come è adesso con le semplificazioni potete immaginare quello originale. Si puo' rimanere sconcertati di fronte a tanti nuovi segni ma poi ci si accorge che non è affatto difficile riconoscerli ed in genere in meno di una settimana qualsiasi turista li interpreta. Nella lingua russa c΄è corrispondenza tra scritto e pronuncia come nell΄italiano e la coniugazione dei verbi ricorda quella italiana. Non troverete articoli perché esistono i casi come nel latino (ben sei). Inoltre si scopre con piacere che esistono tante parole in comune con l΄italiano. Quindi per un italiano il compito è relativamente più semplice che per un inglese. Se all΄inizio lo studio può sembrare difficile in seguito ci si rende conto che lo è davvero. Però se si è abbastanza motivati si riesce nell΄intento. Più che studiarlo il russo occorre praticarlo, preferibilmente sul posto. I primi 3 mesi c΄è il forte rischio che non si capisca niente, i successivi 3 si capisce ma non ce la si fa a mettere in fila 2 parole, e nel frattempo in cui si pensa come coniugare un verbo, gli altri hanno intrapreso tutt΄altro discorso. Con il tempo comunque si migliora, la grammatica all΄inizio lascia a desiderare, ma con il tempo si affina. Per diventare perfetta però servono parecchi anni.

logoBusiness  Center  Petrovsky  Fort
Finlyandskiy Prospekt 4a off.717
194044, San Pietroburgo, Russia

tel  Numero Verde: 800404000
mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sk  russiantour.international
WhatsApp
sk  Visto Russia

Newsletter

captcha 
Facebook Russian Tour
Instagram Russian Tour